Che differenza c’è tra lavoro straordinario e lavoro supplementare nel part-time?

Retribuzione e Diritti Economici

1 risposte pubblicate per questa domanda

Risposta più recente.

Nel part-time le ore di lavoro effettuate oltre l’orario pattuito nel contratto ma entro il tempo pieno vengono considerate ore di lavoro supplementare.

Il Datore di Lavoro ha facoltà di chiedere al Lavoratore lo svolgimento di lavoro supplementare nel rispetto di quanto previsto dai Contratti Collettivi. Nel caso in cui il Contratto Collettivo non preveda il lavoro supplementare, il Datore di Lavoro può chiedere al lavoratore lo svolgimento di prestazioni di lavoro supplementare in misura non superiore al 25% delle ore di lavoro settimanali concordate. Il lavoro supplementare è retribuito con una maggiorazione prevista dal Contratto Collettivo applicato e ove non prevista con la percentuale del 15% stabilita dalla normativa.

Il lavoro straordinario invece è quello prestato oltre il normale orario di lavoro a tempo pieno (full-time). In caso di part-time si può ricorrere allo straordinario solo se prima si è raggiunto il tempo pieno. Si ricorda che, in ogni caso, il ricorso al lavoro straordinario deve essere contenuto nei limiti previsti dalle norme e dai Contratti Collettivi.

FAI UNA DOMANDA

La ringraziamo per la Sua domanda tecnica che sarà analizzata a breve dal nostro team.
Se invece voleva inviare una candidatura visioni qui le offerte di lavoro disponibili.


AziendaPersona



Inserisci il tuo nome o ragione sociale



Inserisci il tuo cognome (non verrà visualizzato)



Inserisci la tua email (non verrà visualizzato)



Inserisci la tua città



Dai un titolo alla domanda

people.
our passion

Vuoi saperne di più?

Eurointerim è l’Agenzia per il Lavoro che fa delle Persone la propria Passione, mettendo la professionalità dei propri Consulenti al servizio di Candidati e Aziende, per unire con il lavoro.

contattaci